La sostituzione dei denti persi comporta il coinvolgimento degli elementi vicini al dente mancante, spesso sani.
In alcuni casi le condizioni non permettono di ottenere protesi fisse, e si è costretti a ricorrere ad apparecchi 'mobili', che vanno rimossi e puliti dopo ogni pasto.

L'implantologia consiste nel posizionamento chirurgico di strutture cilindriche in titanio, quindi biocompatibili, utilizzate come radici dentarie artificiali.

La radice è impiantata nell'osso mascellare o mandibolare per sostituire un dente perso. Gli impianti sono oggi di forma cilindrica o conica a vite, di lunghezza e diametro variabile secondo la quantità d'osso disponibile al sito d'inserimento.

Il titanio non provoca mai infiammazioni o reazioni allergiche e di rigetto.
Grazie agli impianti oggi è possibile inserire delle protesi fisse ed estetiche anche nei casi più difficili.

IMPIANTO DI 21 INCISIVO SUPERIORE SINISTRO

stesso dente sorriso

caso precedente moncone implantare

ceramica delleo stesso dente finita

ceramica delleo stesso dente finita